Catanzaro, regolamento impianti pubblicitari: Consolante replica a Rizza

“L’amministrazione comunale ha raggiunto un risultato epocale approvando, in Consiglio, il regolamento sugli impianti pubblicitari”.

Lo ha affermato il presidente della commissione consiliare Attività economiche, Enrico Consolante, replicando all’ex consigliere Roberto Rizza. “Si tratta di uno strumento, fortemente voluto dal sindaco Sergio Abramo e dal presidente dell’aula, Marco Polimeni. Strumento che diverrà fondamentale sotto molteplici aspetti. Dal blocco totale dell’abusivismo al riordino integrale del settore e alla messa in sicurezza degli impianti pubblicitari. Con la garanzia, assoluta, che il principio di concorrenza verrà sempre rispettato. In linea con i fondamenti che animano questa amministrazione, vale a dire il buon governo nelle finanze pubbliche, il testo ci consentirà di recuperare risorse economiche. Che finora non sono mai state riscosse”.

“Il regolamento è stato purtroppo sempre osteggiato da una parte della politica catanzarese, in questo caso “cattiva politica”, e da una parte, minoritaria ma sempre rumorosa, dell’imprenditoria della nostra città. Mi meraviglia, pertanto, l’uscita dell’ex consigliere Rizza, che ha presente qual era la situazione prima che questa maggioranza ci mettesse mano. È quindi consapevole di quante difficoltà abbia riscontrato la precedente commissione Attività economiche. Di cui è stato lui stesso presidente e che non è riuscita a varare il documento poi approvato da quella attualmente in carica”.

      “A Rizza riservo pure un consiglio sincero: legga con attenzione le carte relative al funzionamento degli impianti pubblicitari, perché evidentemente non l’ha fatto.

Si accorgerà che il Comune aveva lasciato alle imprese un determinato lasso temporale finalizzato a consentire, alle stesse imprese, di mettersi in regola con i pagamenti. Tempo che l’amministrazione ha lasciato consumare. Gli uffici competenti – ha concluso Consolante – stanno lavorando alacremente alla redazione di un bando che conterrà in maniera puntuale ogni possibile aspetto mirato alla definitiva razionalizzazione del settore”.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Fonte