Catanzaro, Pisano: “Amministrazione Abramo fa fatti, opposizione getta fango”

“L’esperimento del parcheggio gratis al Musofalo è solo uno dei tanti esempi di quanto lavoro e quanti tentativi l’amministrazione Abramo abbia messo in campo per risollevare le sorti della città. Non tutti vanno bene, ma certo non si può dire che il Comune stia con le mani in mano. Molte altre iniziative sono state dei successi. Senza fare il classico elenco della serva, che evidentemente dà fastidio ad una rancorosa e deficitaria opposizione che non vuole il bene della città, mi limito ai più recenti successi centrati da questa amministrazione. Basti pensare alla risposte di pubblico registrata nell’ultimo spettacolo del Conservatorio Tchaikovsky, così come il festival internazionale della pizza che ha riempito di gente corso Mazzini per un intero fine settimana, mentre magari i lagnosi esponenti della minoranza si recavano fuori città.”

Lo afferma in una nota Giuseppe Pisano (Capogruppo di Officine del Sud) replicando a “Fare per Catanzaro”. https://calabria7.it/fare-per-catanzaro-confessione-pisano-su-flop-parcheggio-ammissione-incapacita/

   

“Eventi, questi ultimi due, di diversa natura e che hanno abbracciato diversi gusti e attirato persone da fuori città. Mentre questa settimana, dal 19 al 21 giugno, Villa Margherita sarà animata dai concerti del Catanzaro Jazz Fest. Questi fatti concreti portano sviluppo alla città, non le sterili campagne anti-Catanzaro di speculatori politici. Visto che la maggioranza ha sempre risposto con i fatti, ricordo che l’amministrazione Abramo, per il centro storico, con Agenda Urbana ha previsto un poderoso finanziamento da 32 milioni proprio per riempire di servizi il cuore della città, migliorando la qualità degli immobili e la capacità insediativa che in questi ultimi anni ha subito una forte crisi. Perché la procedura è stata rallentata? Semplice, perché la Regione Calabria, guidata dal centrosinistra, ha fatto perdere a Catanzaro quasi un anno di tempo favorendo gli altri Comuni ritardatari. Idem per quanto riguarda l’accordo di programma sul sistema dei trasporti, ancora fermo alla firma.

Mi si chiede del depuratore? Purtroppo la risposta è la stessa: cosa sta aspettando la Regione Calabria a sbloccare il finanziamento da 14,5 milioni di euro per la rifunzionalizzazione dell’impianto? Forse il governatore Oliverio, lo stesso sostenuto da Fare per Catanzaro alle ultime regionali, vuole farsi la campagna elettorale fino al 2020 sulle spalle dei catanzaresi solo per fare un dispetto agli avversari politici. Il Comune sul depuratore ha agito nell’interesse della collettività altrimenti non avrebbe ottenuto già due pronunce favorevoli della giustizia amministrativa. Come fanno finta di non sapere i componenti del gruppo di Fare per Catanzaro, il vecchio appalto è saltato a causa dei litigi fra le ditte senza che l’Amministrazione potesse farci nulla, cosa ribadita nella sentenza del Tar e nell’ultimo pronunciamento del Consiglio di Stato. Subito dopo, il Comune ha presentato il nuovo studio di fattibilità, ma nonostante le rassicurazioni verbali della Regione, la Cittadella paralizza tutto.

Perché i consiglieri di minoranza non si rivolgono al loro governatore di riferimento per sbloccare al più presto il progetto? Oppure questa situazione piace perché così si può gettare fango sulla città. In tutti i sensi”.

Redazione Calabria 7

Fonte