Catanzaro, Longo replica a Gironda: “Uguale attenzione a tutte le strutture”

Dopo le parole del Consigliere Gironda non si fa attendere la replica di Longo al collega dell’amministrazione del Comune di Catanzaro.

“Leggendo la dichiarazione del consigliere comunale Francesco Gironda mi sono chiesto, in un primo momento, di quale Consiglio facesse parte. ” E’ come l’Assessore Longo inizia la sua replica nei confronti del Consigliere Gironda entrambi appartenenti all’amministrazione del Comune di Catanzaro.

“Per fortuna – aggiunge Longo -, qualcuno mi ha ricordato che si tratta di un consigliere del Comune di Catanzaro, quindi della stessa amministrazione di cui il sottoscritto ha l’onere e l’onore di far parte. Deve scusarmi, il consigliere Gironda, se non ho subito inquadrato chi fosse, ma a mia discolpa va detto che raramente ho ascoltato un suo intervento in Consiglio. Non credo, però che di scusanti possa averne lui, visto che pur facendo parte della maggioranza, nella sua dichiarazione ha additato a questo settore un presunto immobilismo sui plessi scolastici della zona centro-nord, perché è a questo che suppongo si riferisca quando sostiene, a torto, che io garantisca priorità a quelle dell’area sud della città. Come se io fossi, e non lo sono, un assessore di quartiere. Ricordo a Gironda che questa città ha quasi 60 strutture di competenza a cui viene date, nonostante l’esiguità delle somme a disposizione, uguale attenzione.

     

Dunque – continua Longo – , per rispedire al mittente un’accusa del tutto gratuita, ricordo a Gironda quali interventi sono stati eseguiti, dall’inizio dell’anno, nelle scuole della zona nord della città. E mi limito, giusto per farmi capire da Gironda, a quelli della sua area di riferimento, Mater Domini e Gagliano, considerato che sia quella l’unica zona della città che interessa al consigliere, lui sì di quartiere. Nel plesso Campanella, per esempio, sono state eseguite la rasatura e la pitturazione delle pareti, sono state eliminate le perdite dei bagni, sono state sostituite le luci e le plafoniere, è stato riparato il bagno della palestra, gli avvolgibili e il maniglione antipanico dei locali mensa solo per citare alcuni esempi, l’ultimo dei quali è stata la messa in sicurezza dei cornicioni, terminata pochi giorni fa.

Altri interventi del genere sono stati effettuati al plesso Gaber, dove è stata anche sostituita la pavimentazione della palestra, e nei plessi Todaro, Dominijanni, Giglio, Galati, Cefaly e Cavita, tutti nella zona fra Sant’Antonio e Gagliano. Lavori simili sono stati realizzati anche nel plesso De Lorenzo, all’interno del quale è assolutamente vero che la palestra sia inagibile, ma è altrettanto vero che per risolvere la situazione – aspetto che Gironda dovrebbe ben conoscere invece di far finta di nulla – l’amministrazione sta cercando di individuare i fondi necessari. Cosa pensa il consigliere, che il Comune possa riaprire una palestra senza prima metterla in sicurezza? E come fa a metterla in sicurezza se non ha i fondi a disposizione? Probabilmente Gironda ha individuato una soluzione, con contestuale reperimento di fondi, che all’amministrazione tutta è ancora ignota. Quanto ai solleciti che avrebbe indirizzato al settore Gestione del territorio, mi risulta che fino a questo momento il settore abbia risposto a tutte le sue richieste.

Chiaramente – conclude Longo -, sono ben consapevole della fondatezza delle preoccupazioni di Gironda, le condivido e le faccio mie, assicurandogli che il dialogo con la dirigente scolastica, e con un suo delegato, dell’istituto di cui fa parte il plesso De Lorenzo, sta continuando ad andare avanti da tempo. Oggi stesso, infatti, ho avuto modo di discutere ancora dei problemi della struttura impegnandomi, a nome di tutta l’amministrazione, a dare una risposta concreta ed efficace nei prossimi giorni e nel pieno rispetto di docenti, studenti e loro famiglie”.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Fonte