Catanzaro, Bosco: “Amc in panne e in fumo”

“Nella giornata di venerdì 19 luglio si è registrato l’ennesimo episodio di malfunzionamento delle autovetture della Amc, con conseguente disagio per i fruitori del servizio. La corsa è quella che porta all’università del capoluogo”.

E’ quanto raccontato in una nota dal consigliere comunale di Cambiavento, Gianmichele Bosco.

     

“Il fatto – prosegue Bosco – è avvenuto in mattinata: dall’autobus comincia a levarsi una cortina di fumo e così gli utenti vengono fatti scendere. Servizio di manutenzione esternalizzato ed evidentemente inefficiente stante il fatto che episodi di questo tipo si ripetono frequentemente. Estate e inverno. Per non parlare delle corse che saltano, senza preavviso. Causa? Come già denunciato in altre circostanze la mancanza di aria condizionata. Al film horror del trasporto pubblico locale catanzarese si aggiungono, con ruoli da protagonista, le pensiline distrutte (senza indicazioni di orario e di quali corse si fermeranno) e i tempi di percorrenza: biblici. Questo è lo sceneggiato che descrive una truce realtà: la politica dirigenziale dell’Amc è priva di visione e fallimentare nell’ordinario. Nonostante i servizi scadenti e le scuse dell’attuale management, il primo cittadino si occupa solo di strategie politiche tralasciando i problemi giornalieri dei cittadini. Eppure il sindaco nutre ancora l’ambizione di governare la Regione. Ma se non riesce a garantire ai catanzaresi una mobilità decente, come può pensare di gestire quella di tutta la Calabria? Lo abbiamo chiesto più volte, di fronte ad errori e obiettivi falliti c’è una sola cosa da fare: mandare a casa chi ha sbagliato

Fonte