Catanzaro, Belpanno e Ciciarello chiedono pulizia di tombini e canaloni della città

I primi acquazzoni autunnali hanno riportato all’attenzione la necessità di evitare o quantomeno limitare, il rischio di allagamenti delle strade di Catanzaro.

La pulizia, la tenuta e il perfetto funzionamento del sistema di raccolta e convogliamento delle acque piovane sono uno strumento di difesa necessario per l’intero territorio, soprattutto in anni dove le cosiddette “bombe d’acqua” sono protagoniste insieme alle precipitazioni già intense e non più a carattere eccezionale. Il responsabile del Dipartimento “Ambiente, Territorio e Trasporti”, nonché vice coordinatore di Forza Italia Giovani Catanzaro, Fausto Belpanno, e il responsabile del Dipartimento “Quartieri” Forza Italia Catanzaro, Giuseppe Ciciarello, chiedono all’Amministrazione Comunale di Catanzaro una frequente manutenzione preventiva che può arginare gli allagamenti.

Apprezziamo – commentano in una nota Belpanno e Ciciarello – l’impegno dell’Amministrazione per la pulizia dei canaloni, ma non vorremmo, come accaduto in passato, che dopo un lungo periodo di bel tempo e l’arrivo di piogge torrenziali i vari quartieri si possano ritrovare nel fango e negli allagamenti, creando disagi importanti”. È dunque opportuno – continuano Belpanno e Ciciarello – agire in via precauzionale, tramite attività di prevenzione: il corretto funzionamento di tombini, caditoie e canaloni viene mantenuto infatti attraverso la pulizia e lo svuotamento degli stessi in maniera frequente, per mantenerne l’efficienza ed evitare così il ristagno delle acque meteoriche. Il meteo è un fenomeno con cui spesso enti e cittadini devono fare i conti, e talvolta la prevenzione non azzera il rischio, perché nelle giornate di pioggia e di vento bastano pochi minuti per creare nuovi intasamenti.

     

Sono le strade alberate e i sottopassi a soffrire di più, e per gran parte gli allagamenti sono dovuti proprio alle caditoie che non riescono a ricevere la grossa quantità di pioggia spesso concentrata in un breve lasso di tempo. Inoltre le grandi piogge rappresentano una delle maggiori cause di dissesto stradale. Per questo sarebbe opportuno una collaborazione anche da parte dei cittadini, che possono segnalare eventuali ostruzioni o il mancato deflusso dei chiusini e delle caditoie presenti nella propria zona. “Siamo sicuri – concludono Belpanno e Ciciarello – che l’Amministrazione Comunale di Catanzaro verificherà al più presto l’effettiva pulizia dei canali di scolo, dei tombini e delle caditoie dell’intera città, con la necessità di svolgere un’azione preventiva volta ad evitare il verificarsi di accadimenti alluvionali.

A tal proposito, chiediamo alla cittadinanza il rispetto totale delle regole non abbandonando i rifiuti per strada, nei pressi di tombini e canaloni. L’abbandono dei rifiuti, oltre ad essere un atto incivile, danneggia l’ambiente e la città”,

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Fonte