Cani denutriti e pezzi d’auto rubati a Santa Maria

Un cane morto ed altri tre denutriti e pieni di parassiti; un allaccio abusivo alla rete elettrica ma soprattutto un motore di Mercedes con altre parti di una vettura di stessa marca. La squadra volante del capoluogo, diretta dal commissario Crusco, si è trovata questo scenario davanti quando lunedì scorso è intervenuta nel quartiere Santa Maria in un fabbricato appartenente al 44enne Giuseppe Miele.

All’interno gli agenti hanno rinvenuto un cane malnutrito e già deceduto, un meticcio legato a guardia del magazzino ed altri due cani anch’essi in pessime condizioni di salute.

In una legnaia attigua i poliziotti hanno rinvenuto un motore completo e un assale posteriore di un veicolo  di marca Mercedes occultati da un nylon e poco distanti numerosi componenti meccanici e parti di carrozzeria riconducibili ad una autovettura Mercedes Classe A, risultata appartenente ad una signora di Crotone cui era stata sottratta di recente.

Nel corso dell’attività gli Agenti avevano notato che i locali dell’edificio erano serviti da energia elettrica nonostante il contatore risultasse inattivo. Per tal motivo si faceva intervenire personale tecnico dell’ENEL, il quale accertava che il proprietario dell’immobile aveva  praticato un attacco fraudolento sulla rete ENEL rubando la corrente. I tecnici hanno provveduto al distacco dei fili.

Il Giuseppe Miele, già noto alle forze dell’ordine per vecchi precedenti per reati contro il patrimonio, che non ha inteso fornire alcuna spiegazione ai poliziotti, è stato denunciato alla Autorità Giudiziaria per i reati di maltrattamento degli animali, ricettazione e furto aggravato continuato di energia elettrica.