Calcio, zuffa al Federale: organizzatori minimizzano e biasimano

Al Torneo giovanile Esordienti

Un brutto episodio ha caratterizzato, nella mattinata di oggi, il Torneo “Catanzaro città dei due mari”, organizzato dall’ASD Aquile. Sul manto erboso sintetico del Centro Tecnico Federale LND, ubicato nel quartiere Sala, subito dopo il match tra l’SSD Kennedy e l’FC Crotone è stata la violenza a farla da padrone.

I fatti

Durante la gara, poi conclusasi 1-0 in favore della compagine catanzarese, alcuni tecnici e dirigenti delle due squadre, dopo uno scambio di vedute, hanno iniziato a battibeccare, tuttavia, senza eccedere. Terminato l’incontro, però, anziché tranquillizzarsi, l’ambiente si è fatto incandescente. Spintoni, urla, schiaffi tra lo staff delle due società, dirigenti e genitori hanno praticamente causato un clima altissima tensione. Durante i concitati momenti, uno degli organizzatori è stato raggiunto da un pugno al volto. Per calmare gli animi è stato necessario l’intervento della Polizia, arrivata immediatamente sul posto.

Un episodio ignobile che non fa bene al calcio, ma soprattutto alla Calabria. È inammissibile che, ancora oggi, nel 2018 succedano avvenimenti del genere, pieni zeppi di una violenza ingiustificata che ha provocato, cosa ben più grave, anche panico tra i bambini impegnati nel torneo. Molti di loro, infatti, in lacrime hanno deciso di non giocare.

Le reazioni

Sull’accaduto hanno commentato gli stessi organizzatori. “Ci teniamo a sottolineare che lo spiacevole battibecco avvenuto nella mattinata, durante la partita Kennedy-Crotone, che ha coinvolto alcuni genitori e membri dello staff delle squadre in campo, si è consumato in pochi minuti e nonostante l’intervento dello staff organizzatore e di una pattuglia della polizia, non è da definirsi certamente una MEGARISSA!
Ciò, nonostante, l’ASD AQUILE CATANZARO, Prende le distanze da atteggiamenti antisportivi come questi, in quanto un evento come il torneo Catanzaro città dei due mari, che vede coinvolte 65 società, 118 squadre, 1500 giovani atleti, 8 impianti sportivi, 3500 ospiti dislocati in due resort village, tra cui professioniste quali Catanzaro, Rende, Reggina, Frosinone, Palermo, Ternana, Crotone, non può e non deve essere altro che un’occasione per divertirsi all’insegna del bel CALCIO per i nostri giovani e bravi atleti.

La Kennedy si dice estranea

“La società SSD Kennedy in relazione ai fatti accaduti in data odierna nel torneo Cz città dei 2mari,precisa la propria estraneità in ordine agli episodi asseritamente ascritti alla stessa società,la quale ribadisce essere rimasta estranea a qualsivoglia condotta antisportiva posta in essere da soggetti lontani alla medesima.”

Il presidente Gianmarco Andreacchio