Bus AMC circola senza revisione: sequestrato dai Carabinieri

La segnalazione arriva dall'USB

Sembra una satira, ma non lo è, anche perché l’argomento è serio. Nei giorni scorsi, un bus AMC è stato sequestrato dai Carabinieri del capoluogo perché lo stesso mezzo era senza revisione. Un paradosso, se così possiamo definirlo, segnalato dall’Unione Sindacale di Base attraverso una nota stampa. L’episodio è avvenuto dopo che i militari dell’Arma erano intervenuti per sedare una rissa a bordo del bus AMC. Successivamente, gli stessi Carabinieri avevano chiesto i documenti del veicolo all’autista, scoprendo la mancata revisione. L’USB, nella nota, attacca l’azienda che si occupa del trasporto pubblico di Catanzaro con i mezzi che dopo le riparazioni interne non subiscono alcun collaudo per essere messi su strada”.

E ancora, gli autobus “escono la sera senza luci, mal funzionanti”. Il sindacato, successivamente, denuncia anche altri episodi riguardanti la sicurezza dei mezzi, con uno o due operai che lavorano in sede, mentre l’appalto, non rispettato, con le officine esterne prevede l’impiego di cinque lavoratori. Infine, l’USB, dopo l’ultimo avvenimento, criticando la politica catanzarese, rea di non saper gestire il servizio del trasporto locale, annuncia: “Confidiamo nelle attività della Procura della Repubblica dopo l’ennesima denuncia”.