“Bocciatura mozione ‘Plastic free’ occasione persa per Catanzaro”

Nota stampa di Stefano Veraldi, componente di “Fare per Catanzaro”, sulla bocciatura della mozione “Plastic free”, da parte del Consiglio comunale.

“Catanzaro potrà diventare una città ‘plastic free’? No.

Perché la proposta avanzata dall’opposizione è stata bocciata dalla maggioranza di governo, ad esclusione dei Consiglieri Manuela Costanzo e Demetrio Battaglia.

Un occasione mancata, perchè anche la città delle tre V avrebbe potuto virare decisamente contro l’uso delle plastiche usa e getta.

E’ possibile coniugare la tutela dell’ambiente con lo sviluppo turistico?

Sappiamo tutti, quanto sia pericolosa la plastica non riciclata, ed abbiamo visto immagini drammatiche del fondo dei mari pieni di rifiuti, con pesci e cetacei morti dopo avere ingerito la plastica a chili.

Una decisione positiva del genere sarebbe servita quindi, a sensibilizzare ulteriormente sul tema e, a stimolare un più generale cambio di abitudini in merito alle bottiglie di plastica.

Cosa significa diventare una città ‘plastic free’?

Innanzi tutto, negli uffici del Comune e delle partecipate, si sarebbe dovuto avviare direttamente l’abbandono della plastica usa e getta, ovviamente con l’avvio di una campagna di sensibilizzazione, da parte di palazzo De Nobili, nei confronti dei locali pubblici e dei supermercati, per sostituire le confezioni di plastica con altrettante biodegradabili.

Si sarebbe trattato di un passaggio molto importante per Catanzaro che, avrebbe potuto fare da traino anche ad altre città della nostra regione.

Invece nel capoluogo è più importante il cemento per i palazzi residenziali?

La politica e i palazzinari come direbbero a Roma.

Controllori e controllati spesso sono la stessa persona, famigliari o amici fidati?

Dalla loro alleanza Catanzaro si è trasformata in ciò che ora è visibile: il grande spettacolo di un totale declino”.

Redazione Calabria 7

Fonte