In arresto i due feriti della sparatoria di Lido

dav

Arresti per entrambi. E’ questo il provvedimento emesso nei confronti dei due soggetti protagonisti di una sparatoria martedì sera a Catanzaro Lido. Le indagini, condotte congiuntamente dalla Squadra mobile e dai carabinieri, sotto le direttive del sostituto procuratore della Repubblica Graziella Viscomi, hanno portato all’arresto di Francesco Di Bona, di 50 anni, e di Khalid Ezzahraqui, di 41, di nazionalità marocchina, entrambi già noti alle forze dell’ordine.

La lite è avvenuta nei pressi dell’abitazione (in una via senza uscita trasversale alla SS 106 nei pressi del bivio di Giovino del marocchino) dove il Di Bona si sarebbe presentato armato di pistola.

Secondo una delle ipotesi più accreditate durante la lite Ezzahraqui è riuscito a impossessarsi dell’arma impugnata da Di Bona ed a sparare due colpi che hanno raggiunto il rivale agli arti inferiori. alla base del litigio dissapori personali tra Di Bona e Ezzahraqui su cui gli inquirenti stanno facendo le dovute verifiche.
Nell’auto usata (in foto) per recarsi presso l’abitazione dell’extracomunitario, infatti, secondo qualche testimone ci sarebbero state altre persone.

LEGGI LA PRIMA NOTIZIA CON LE FOTO ESCLUSIVE DEL LUOGO