Ancora fuoco: ruderi del Lido ‘Lo Jonio’ in cenere

Secondo incendio al Lido Lo Jonio

Nel mirino ancora la struttura incendiata la scorsa estate

Ancora fiamme sul lungomare di Giovino.

L’intervento dei VVFF nel giorno dell’Epifania a Lo Jonio di Giovino

Non erano ancora le 14.00 che due squadre dei vigili del fuoco del comando provinciale sono intervenute dopo la segnalazione di un incendio presso una struttura balneare.

In realtà ad andare a fuoco sono stati i resti della struttura Lido Lo Jonio, già interessato da un incendio doloso lo scorso 19 luglio  in piena stagione estiva.

GUARDA IL NOSTRO SERVIZIO 

La struttura è andata completamente distrutta nonostante il tempestivo intervento delle squadre prossime alla zona.

sul posto la POlizia di Stato per i rilievi di sua competenza.

L’episodio segue peraltro quello relativo al secondo incendio cagionato ai resti di un gazebo in legno all’estremità del lungomare, già distrutto dalle fiamme e poi di nuovo a fuoco.

———————————-
L’asticella è stata superata. La casualità non regge più. Questi episodi confermano che chi vuole attentare (per motivi estorsivi o per mero vandalismo) può farlo quando vuole. Si attendono risposte dagli organi inquirenti. Non è possibile che ignoti riescano ad appiccare il fuoco in qualsiasi stagione, estiva o invernale, su strutture integre o addirittura sui loro resti.

Ci sono telecamere di sorveglianze sul lungomare di Giovino? Se si perché non vengono utilizzate? Se no, come mai visto che Catanzaro si può a giusta ragione considerare tra le città più dotate di telecamere? E’ possibile considerare Lido un quartiere protetto? 

Poco distante si era appena consumata una riuscita festa dell’Epifania con bambini, famiglie, rappresentanti istituzionali, forze e sindacati di polizia.

Un messaggio di sfida che non può essere disatteso o sottovalutato, quando pure le motivazioni del gesto fossero da ritrovare in diatribe private.