Aggressione razzista: un video del ristoratore ribalta accuse

Falerna, ora rischia il dominicano

L’episodio definito razzista, avvenuto nei giorni scorsi in un ristorante di Falerna, il “Riva comfort food”, nel Catanzarese, registra sviluppi interessanti. Carlos, il ragazzo dominicano che ha denunciato alla Polizia l’aggressione del 15 agosto, insieme alla compagna incinta e alla suocera, dopo la ricostruzione del proprietario dell’attività commerciale, sarà denunciato da quest’ultimo. Roberto Gallo, titolare del ristorante di Falerna Marina, attraverso una nota, ha accusato Carlos di aver fatto “racconto calunnioso e falso e sta cavalcando l’onda del presunto odio razziale per screditare me e la mia impresa”. Nella medesima lettera, inviata ai media, il ristoratore si considera lontano da logiche di odio razziale in quanto la sua azienda gestisce un mercatino multietnico, stando a contatto con persone di diverse etnie.

A rafforzare il concetto, ci sarebbe anche l’assunzione nelle sue attività di operai extracomunitari. Secondo il racconto dello stesso Gallo, il cittadino dominicano avrebbe litigato con la compagna, dopo “aver alzato il gomito” e la suocera, caduta a terra dopo essere intervenuta a difesa della figlia. La ricostruzione del proprietario del ristorante, poi, continua, con una nuova aggressione, questa volta nei confronti dei dipendenti del locale, che si erano intromessi per calmare la furia di Carlos. Gallo, inoltre, sostiene di aver collaborato con la Polizia e di aver fornito le riprese di videosorveglianza dell’area oltre ad indicare i nomi dei dipendenti e delle persone informate sui fatti. Lo stesso denuncerà il dominicano e tutti coloro che hanno espresso giudizi ingiuriosi e minacce sui social network. Adesso la palla passa al Commissariato di Lamezia Terme.