Aggredisce e tenta di rapinare un uomo nel centro storico

In manette un 36enne

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia del capoluogo hanno arrestato P.G, di 36 anni, per ipotesi reato di tentata rapina aggravata. I militari, infatti, sono intervenuti presso un noto bar del centro storico di Catanzaro, all’esterno del quale era stata segnalata un’accesa lite tra due uomini. Al momento dell’arrivo della pattuglia, oltre ad alcuni clienti e ai dipendenti del locale, era presente solo la vittima. La stessa, ai Carabinieri, ha riferito di essere stato avvicinato da un certo P.G. il quale gli avrebbe chiesto minacciosamente dei soldi. Al no dell’uomo, il malfattore si sarebbe infuriato, estraendo un coltello con il chiaro intento di colpire la vittima che, tempestivamente ha bloccato la mano armata, evitando cosi il peggio. Dopo una colluttazione, l’aggressore ha tentato di colpire la vittima, rifugiatasi nel bar, con un robusto bastone di legno, trascorrendo diversi minuti in sosta di fronte all’ingresso del bar minacciando di morte la propria vittima e terrorizzando gli i clienti e i dipendenti del bar.

I militari dell’Arma, giunti sul posto, si sono repentinamente messe alla ricerca dell’aggressore, fuggito a bordo di una vettura, intercettandolo mentre scendeva dal proprio veicolo per rientrare a casa. L’uomo, così, sottoposto a perquisizione personale e veicolare, è stato trovato in possesso di un coltello e di una mazza di legno, che per caratteristiche sono risultate compatibili con le descrizioni rese dalla vittima e con le immagini di videosorveglianza del bar. Il 36enne, già sottoposto alla misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale di Pubblica Sicurezza con Obbligo di Soggiorno nel Comune di Catanzaro, è stato infine tratto in arresto e sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari, in attesa dei provvedimenti dell’Autorità Giudiziaria.