Accorpamento Camere Commercio, d’Ippolito: “Condivido critiche di Daniele Rossi”

Sul possibile accorpamento tra le Camere di Commercio di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia, con una lettera a Daniele Rossi, presidente dell’ente camerale catanzarese, il deputato M5S Giuseppe d’Ippolito ha dichiarato il proprio «appoggio all’iniziativa di un consiglio congiunto» delle stesse Camere, esprimendo, ferma contrarietà «al riordino per accorpamento, previsto nel decreto del 19 settembre 2017, numero 219, degli enti di specie, fondamentali per lo sviluppo economico e sociale dei rispettivi territori».

«Condivido appieno – si legge nella lettera del parlamentare del Movimento 5 Stelle a De Rossi – le sue critiche rispetto all’improprio, inedito e inammissibile coinvolgimento della Camera di Commercio di Catanzaro, capoluogo della regione, nel suddetto processo di razionalizzazione, di cui oggi si torna a parlare e di cui la politica deve, con attenzione, valutare gli effetti e le conseguenze; in primo luogo in termini di rappresentanza e incisività delle Camere, di cui deve essere preservata l’articolazione originaria».

     

«La Calabria può svilupparsi – ha aggiunto il deputato – se c’è senso di responsabilità e visione di prospettiva, cui di là dalle appartenenze invito tutti i colleghi parlamentari, i consiglieri regionali e comunali, nonché gli amministratori locali, affinché si costituisca uno specifico fronte comune in ambito politico. L’area centrale della nostra regione, della quale fanno parte Catanzaro, Lamezia Terme, Crotone e Vibo Valentia, ha bisogno – ha evidenziato nella lettera il deputato M5S – di un rilancio effettivo, tangibile, che può avvenire se gli attori principali dello sviluppo economico, a partire dalle Camere di Commercio, sono messe nelle condizioni di esercitare il loro ruolo in autonomia, al di fuori di logiche di ridimensionamento e centralizzazione caratterizzanti il momento politico attuale». «Da parte mia assicuro – ha concluso D’Ippolito – il massimo impegno per la difesa dell’assetto originario delle Camere di Commercio ed esprimo tutta la mia vicinanza e partecipazione alla battaglia in corso, che ritengo essenziale, necessaria e inevitabile».

Redazione Calabria 7

Fonte