“Accademia Belle Arti e scuola via Forni pronte a settembre, una presa in giro per i cittadini”

“Si vantano di consegnare le opere con un anno di ritardo. A questo si è ridotta questa misera Amministrazione senza idee, senza progettualità e senza dignità, che “ruba” progetti e finanziamenti dei predecessori. Non si accorgono di prendere in giro la popolazione con i loro falsi annunci”.

Lo scrive in una nota, Sergio Costanzo, capogruppo di “Fare per Catanzaro”.

L’Accademia di Belle Arti si trasferirà all’Educandato a settembre 2018. Contro ordine, volevamo dire settembre 2019. Alla scuola di via Forni le lezioni cominceranno a settembre 2018. Contrordine, volevamo dire settembre 2019.

Giocano con la cosa pubblica, giocano con i soldi pubblici, giocano con i bisogni della gente. Come se slittare di un anno appalti pubblici sia un merito. Ci sono in ballo costi amministrativi e costi sociali. Dovreste vergognarvi invece di vantarvi.

Non vi vergognate di assegnare al sindaco meriti che non ha. Dica, se ha il coraggio, che è stato lui a progettare i PISU e quindi la ristrutturazione dell’ex Educandato. Gli riderebbero tutti in faccia. Abramo taglia i nastri di opere pensate, ideate, progettate e finanziate dagli altri.

A noi non resta che sperare che a settembre del 2019 non ci vengano a dire avete capito male, volevamo dire settembre 2020, ma anche se dovesse essere confermato il 2019, un piccolo merito sarà anche dell’opera di pungolo costante delle opposizioni! Senza la nostra azione di controllo sempre costruttiva e propositiva per il bene della nostra amata città si sarebbe aspettato il 2022 e la nuova amministrazione…

Redazione Calabria 7

Fonte